Recensione – Hannibal 3×06 “Dolce”

Una settimana sembra sempre troppo lunga da attendere per una puntata di Hannibal ma, stavolta, non è valsa molto la pena.

“Dolce” si apre con un Hannibal zoppicante e sanguinante che viene accudito da Bedelia che, in questo episodio, decide di farla finita con questo rapporto malato. Infatti prepara la valigia, da un bacio al marito e si congeda da lui. “Un giorno potrai preparare un piatto con me… Ma non oggi”.

image

Ma proprio quando è chiaro che Hannibal deve lasciare di corsa l’Italia, arrivano tutti i suoi vecchi amici: Jack e Will sono insieme sulle sue tracce e anche Chiyoh, la quale, però, riesce a parlare solo con Bedelia. La moglie del “dottor Fell” le dice che potrebbe essere proprio lei (Chiyoh) il suo più grande errore, e non Will, vista la determinazione con la quale lo sta cercando, liberandosi della gabbia metaforica in cui era imprigionata, per trovare il suo aguzzino.

Da Bedelia andranno anche Jack e Will, senza però ottenere molte risposte, visto che la donna si è iniettata una “medicina” che la rende confusa e le ottenebra la mente. Will però sembra sapere dove andare per trovarlo, ulteriore prova della connessione ormai indistruttibile tra i due. Lo trova infatti davanti la Primavera di Botticelli. Qui i due si confessano a vicenda la devozione che provano l’uno per l’altro e il legame che sentono tra loro. Scappano insieme dal museo ma Will viene colpito da un proiettile sparato da Chiyoh. Quando tutto sembra perduto, Hannibal rimette in sesto il suo amico ritrovato, preparandolo per una cena dagli esiti piuttosto bizzarri

image

Questi esiti sono da imputare alla seconda storyline della puntata, quella di Mason. L’uomo, più viscido che mai, prende le distanze dall’omicidio di Pazzi ma decide comunque di continuare a corrompere la polizia italiana (beh, a quanto pare siamo conosciuti per la nostra intransigenza eh!). Nel mentre vuole anche ricucire il rapporto con sua sorella. La sorella a cui, ricorderete, aveva praticamente strappato l’utero nella stagione scorsa. Insomma, per recuperare questo sano rapporto fraterno, decide di avere un figlio con lei. Ovviamente sarà necessario un utero in affitto. La prescelta sarà forse Alana? Essendo praticamente inutile in questa stagione, si è deciso di relegarla a ruolo di macchina riproduttrice? Ma non solo, gli autori le fanno avere anche un bel rapporto lesbo con la sorella di Verger. Così, per non farci mancare nulla nel delirio!

Parlavamo di questi esiti bizzarri… Sì, perché la puntata si conclude con Hannibal e Will appesi a testa in giù insieme a dei maiali.

Puntata, a mio parere, non molto coinvolgente. Ho avuto la tentazione di saltare scene intere più volte, in particolare quelle con Chiyoh e quella in cui il rapporto sessuale tra Alana e la sorella di Verger sembra avvenire sotto effetto di LSD. Molti dialoghi sono stati lenti e senza un reale motivo di esistere. Debole il fatto che sia stato spiegato come Will si sia ripreso dopo “l’incidente” con il treno. Non condivido, inoltre, la scelta di Jack quando ha lasciato scappare Hannibal, senza ucciderlo. Vuole lasciare questo compito a Will ma, chiaramente, non ne é in grado. Sarà la sfortuna, incarnata in Chiyoh questa volta.
L’episodio si è ripreso quando Hannibal e Will si sono ritrovati e di nuovo si è abbassata di livello per un po’, fino al finale, che è stato un vero e proprio colpo di scena! Se non ci fosse stata quella scena finale, non avrei avuto particolarmente voglia di vedere la prossima, intitolata “Digestivo”. La situazione venutasi a creare è molto intrigante e sicuramente adesso siamo tutti i curiosi di sapere dove sono Jack, Chiyoh e Bedelia. E ovviamente cos’ha in mente Verger che, per tutta la puntata, non ha fatto altro che parlare di come avrebbe cucinato Hannibal e di come l’avrebbe glassato come un’anatra. Beh, vediamo cos’è capace di fare!