Recensione – Arrow 4×21 “Monument Point”

Dopo che la settimana scorsa ci siamo lasciati con la scoperta del piano di Darhk per distruggere il mondo, questa settimana vediamo il cattivo metterlo in atto.

Infatti sin da subito Darhk attiva Rubicon e il Team ha solo 24 ore di tempo per riuscire a disattivare tutte le testate nucleari, ma Felicity è da subito cosciente di non poter riuscire da sola nell’impresa, ha bisogno dell’aiuto di suo padre, Calculator.

Dopo un breve momento dove il team lo cerca e lui fugge inseguito in contemporanea dagli scagnozzi di darhk, il team riesce a reclutarlo.

Ma poteva essere tutto così semplice? No, il padre di Felicity ha bisogno di un componente che si trova nel laboratorio di Curtis, e Felicity, che é appena stata licenziata (ma davvero si può licenziare, in questo modo poi, un CEO?) decide giustamente di rubarlo.

Perchè mai chiedere a Curtis che sa già delle vostre identità? Mannò andiamo a rubare… E vabbè…

In ogni caso il team si mette in opera e tramite wireless riescono a rubare però solo il 90% del componente dovendo così riformulare il restante 10%.

Felicity e il padre si mettono dunque a lavoro per cercare di salvare il pianeta, mentre i team li protegge dai fantasmi.

Arrow -- "Monument Point" -- Image AR421b_0373b.jpg -- Pictured (L-R): Audrey Marie Anderson as Lyla Michaels, Emily Bett Rickards as Felicity Smoak and Tom Amandes as Noah Kuttler/Calculator -- Photo: Dean Buscher/The CW -- © 2016 The CW Network, LLC. All Rights Reserved.

Ma non basta. Riescono a fermare tutte le testate nucleari tranne una, diretta a Monuments Point.

Felicity così decide di dirottare la testata che finisce per colpire però un altra cittadina. Ora, è vero che grazie a questa mossa ci sono state meno vittime, ma sono comunque morte un gran numero di persone, quindi tutto ciò non si può considerare una vittoria.

Non è una vittoria soprattutto perchè Darhk ricava potere dalla morte della gente, e Oliver lo trova proprio mentre, ad esplosione avvenuta assorbe attraverso il totem il potere che ricava da questo disastro.

Sotto la cupola di under the dome, ah no, quella di Darhk, Thea si ritrova a parlare con chi? Ovviamente con Malcom che ancora una volta vuole “proteggerla” e per questo ha sfruttato la sua amicizia con Darhk per portarla lì. Ma lì è riuscito ad entrare anche Lonnie, in cerca di vendetta su Darhk.

Arrow-4x21-2

Lonnie vuole far in modo che “l’arca” di Darhk soccomba colpendo gli assorbitori di CO2, ma thea riesce a bloccarlo, perdendo Alex.

Arrow-4x21

In conclusione:

  • Oliver davvero si preoccupa così poco per la sorella? E’ scomparsa ed è come se non gliene fregasse nulla, cioè dopo un breve “contatta Thea ” a Felicity non si cruccia proprio, neanche sapendo che non risponde al telefono, boh.
  • Malcom Merlyn è diventato un personaggio  davvero insopportabile, dopo 4 stagioni non vedo l’ora che lo tolgano di mezzo, anche perchè non capisco la sua utilità. L’hanno utilizzato anche troppo.
  • Vogliamo parlare dei flashback? Davvero, perchè sono di una noia mortale.

Un ringraziamento speciale a: Arrow Source ItaliaMy name is Oliver Queen / Arrow ItalyEmily Bett Richards Army.Felicity Smoak? Hi, I’m Oliver QueenFelicity, you are remarkableOlicity / I love spending the night with youStephen Amell ItaliaMiss Felicity SmoakOlicity – The World of Olicity ItaliaArrow-LaulicityKatherine Evelyn Anita Cassisy Fans.Emily Bett Rickards e Katie Cassidy: ArrowI ship Lauliver – ArrowFelicity Smoak more like perfection

Salutiamo e  ringraziamo le nostre affiliate: Serietvitalia – Multifandom is the way. Okay? Okay. – Le serie tv mi riempiono la vita – Serie tv news – Telefilm e film 4ever – Serial lovers – telefilm page – Film&SerieTV – Serie tv, la nostra droga – Serie Tv Italia – Non solo cinema – Telefilm MoodI Love Film and Telefilm